Diario dei naviganti… quinta puntata

Tempo di lettura stimato 2 minuti

diario dei naviganti quinta puntataNella giornata di ieri io e Riccardo, l’Amministratore Unico, ci siamo recati in visita presso alcune nostre sedi storiche, tra cui quelle di Avellino e Napoli.

Oltre al piacere e all’emozione che provo ogni volta che incontro  i colleghi  che operano sul territorio, ieri per me è stata una giornata ricca di conferme e soprattutto di forte indirizzo per il futuro.

Le due sedi visitate sono diverse nella loro storia e nella loro crescita. Avellino è con noi fin dall’inizio della nostra attività, precedente alla sentenza della corte costituzionale; Napoli, invece, è arrivata successivamente alla sentenza, subito dopo la reintroduzione dell’obbligatorietà  con il Decreto del Fare.

Ho trovato Laura e Claudia in ottima forma e con la situazione sotto controllo: osservano la concorrenza, seguono il mercato e le vicende di interesse per la nostra attività, sono un punto di riferimento per professionisti e cittadini.. Con molto entusiasmo e mi hanno riportato i complimenti ricevuti da diversi professionisti della zona che apprezzano il lavoro da noi svolto.

In particolare, secondo i pareri riportati, il  nostro organismo locale si distingue nettamente per  qualità e professionalità  dalla concorrenza.

Ci hanno raccontato una serie di aneddoti che dimostrano tutti la stessa cosa: la qualità viene apprezzata e riconosciuta.

Lasciata la sede di Avellino ci rechiamo a Napoli dove il vulcanico Michele ci racconta con orgoglio la sua voglia di primeggiare nel settore della mediazione e la sua battaglia personale volta a convincere il  fratello Avvocato dell’utilità sociale dello strumento della mediazione.

Nel mezzo della nostra riunione si ferma e chiama il nostro mediatore, Giorgio, e gli dice senza accennargli nulla:

«Giorgio ric nu poc all’Ingegner chell cà t’ha ritt l’Avvocato rà Banca… l’altro giorno, quann è fernut à mediazione»

Giorgio ci pensa un attimo e  poi:

«Ahhh si si …..Ngignè chist quann è finita la mediazion m’ha fatt addirittura i complimenti. Ha aggiunto che visita spesso gli organismi di mediazione ed è la prima volta che trova persone così serie e preparate, e che ne terrà conto per le attività della banca».

Qualità e professionalità condita con una spiccata attenzione al cliente (parte istante e parte convocata).

Nel rientro a casa ero soddisfatto e contento delle impressioni ricevute dai colleghi sul territorio.

Quindi l’investimento sul comitato tecnico scientifico, le collaborazioni con le università, gli oltre cento convegni tenuti sulla mediazione, la formazione continua degli operatori, gli investimenti in tecnologia e software sono serviti a qualcosa finalmente incominciano a portare dei frutti. Bene bene a questo punto posso chiudere questa nota con un mio cavallo di battaglia……

C’è un po’ di nebbia che annuncia il sole andiamo avanti tranquillamente

Ing. Francesco Scandale

Share Button
AR Net (Organismo di Mediazione)
Seguimi

AR Net (Organismo di Mediazione)

AR Net è un Organismo di Mediazione iscritto presso il Ministero della Giustizia al n. 125 del Registro degli organismi deputati a gestire tentativi di conciliazione.
AR Net (Organismo di Mediazione)
Seguimi
Ti è piaciuto questo articolo? votalo!
[Voti: 1    Media Voto: 5/5]