Maratona-cosenza-1Venerdì scorso 29 gennaio 2016, ospitata nella splendida cornice del Palazzo della Provincia  in P.zza XV Marzo nel Centro Storico di Cosenza, si è tenuta la 1ª tappa 2016 della Maratona della Mediazione Civile e Commerciale AR Net che, dopo avere toccato nel corso del 2015 diverse città italiane, è arrivata nella città di Cosenza.

Il tema trattato in questa tappa, rivolta a tutti i Cittadini e ad Imprenditori, Avvocati e Commercialisti, ha riguardato il seguente tema: “Anomalie Bancarie e Finanziarie, Conoscerle e Gestirle”.

Proprio per l’importanza che riveste l’argomento per i cittadini e le imprese del nostro paese e soprattutto del nostro territorio, in questo particolare momento storico, e per mantenere aperto il confronto e diffondere la conoscenza della mediazione civile e delle ADR, la sede di Cosenza di AR Net Organismo di Mediazione ha organizzato questa nuova tappa della Maratona della Mediazione, evento in cui si sono confrontati personalità provenienti dal mondo delle istituzioni e delle professioni.

Dopo una breve introduzione del responsabile locale della sede AR Net di Cosenza Dott. Pietro Scervino, che si è intrattenuto parlando della situazione della mediazione civile in Italia, e un saluto delle autorità e dei rappresentanti degli organismi professionali e di categoria, tra cui Francesco Rosa, Presidente della CNA Cosenza, che ospita presso i suoi locali la sede di AR Net,  ha parlato il Dott. Francesco Romano Iannuzzi, Coordinatore Nazionale dei servizi di mediazione AR Net, mediatore e formatore che ha illustrato l’ “importanza e l’efficacia della mediazione civile” soffermandosi in particolare sulle “peculiarità della mediazione civile nelle controversie bancarie” e descrivendo le metodologia adottate da AR Net nelle mediazioni bancarie, per renderle realmente fruibili e al servizio dei cittadini, delle imprese e delle banche, per risolvere con soddisfazione le loro controversie.

Il dott. Iannuzzi ha sottolineato come il tessuto economico e sociale italiano si basa sul rapporto banca impresa e quanto sarebbe dannoso “se tutte le controversie fra questi due soggetti finissero in Tribunale, con la conseguente conclusione dei rapporti”.

Ha parlato, inoltre, di quanto la crisi della giustizia costa cara all’Italia con milioni di cause civili pendenti; tempi medi di durata del processo che superano di almeno 2 anni i limiti imposti dalle norme comunitarie, per cui si pagano sanzioni imposte dall’Europa; imprese nazionali che, anche per questi motivi, fuggono all’estero e imprese straniere che non si stabiliscono in Italia.

Inoltre” – continua Iannuzzi – “la mediazione, è utile non solo per rilanciare l’economia, ma può svolgere anche – e soprattutto – una funzione sociale perché aiuta le persone a vivere meglio, permettendo loro di affrontare gli aspetti emotivi dei conflitti, che le cause e i tribunali, invece, impediscono di elaborare, lasciando sempre un’insoddisfazione di fondo in tutte le parti, proprio perché limita il contraddittorio ai soli diritti, ignorando la relazione umana, sulla quale si basa invece la nostra vita in società.

L’intervento del coordinatore si focalizza, in ultimo, sui nuovi servizi offerti da AR Net in tema di mediazione nel lavoro, mediazione familiare e servizi di arbitrato.

E intervenuto poi l’Ing. Francesco Scandale che ha descritto il fenomeno dell’anatocismo e dell’ usura bancaria e a parlato di come “affrontare il contenzioso bancario con le risoluzioni stragiudiziali”.

L’ing. Scandale, presidente della società Aris – Anomalie Bancarie e Finanziarie,  ha dettagliato il modus operandi della società nel percorso di affiancamento a cittadini e imprese per la gestione della relazione con gli istituti di credito. L’intervento si è concentrato sull’approccio strategico adottato in presenza di illeciti bancari (di natura tecnica o comportamentale) con lo scopo di definire le crisi finanziarie, dallo studio dello scenario di riferimento sino alle procedure di stralcio, saldo e ristrutturazione. Sottolineando il ruolo sociale della mediazione, anche l’ing Scandale si è soffermato sulla sua capacità di “riqualificare il rapporto tra le parti”, oggi incrinato dal numero incredibile di controversie legate ai fenomeni di anatocismo e usura. La discussione si è conclusa con alcuni riferimenti all’eventuale azione giudiziale, innescata qualora il tentativo stragiudiziale non avesse l’esito sperato.

Numerosi sono stati gli ospiti intervenuti, avvocati, commercialisti e altri professionisti che hanno animato il dibattito successivo con interventi e domande.

Alla fine il Dott. Scervino responsabile della sede AR Net di Cosenza ha salutato tutti gli intervenuti alla conferenza, dando appuntamento ai prossimi eventi che AR Net terrà periodicamente nella citta e nella provincia e invitando tutti a visitare la sede AR Net di Cosenza in Viale Giacomo Mancini 251/B Palazzo Soimco, presso il CNA, per illustrare in maniera più dettagliata i principi della mediazione civile e commerciale e le modalità del lavoro che AR Net svolge in questo settore.

Seguimi

AR Net (Organismo di Mediazione)

AR Net è un Organismo di Mediazione iscritto presso il Ministero della Giustizia al n. 125 del Registro degli organismi deputati a gestire tentativi di conciliazione.
AR Net (Organismo di Mediazione)
Seguimi
Ti è piaciuto questo articolo? votalo!
[Voti: 1    Media Voto: 4/5]